Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara

Tu sei qui: Portale Reparti e Servizi Reparti dalla N alla Z Nefrologia nefrologia-attivita Ambulatori Nefrologia

Nefrologia

Ambulatori Nefrologia

Ambulatorio Prima visita
E' la via abituale attraverso la quale giunge ai nostri ambulatori il paziente cui sia stata riscontrata una sintomatologia di tipo nefrologico.

Ambulatorio nefrologico Generale
In questo tipo di ambulatorio vengono visitati i pazienti che affetti da patologie come ipertensione arteriosa complicata da patologia renale, calcolosi renale, infezioni delle vie urinarie, e molte altre ancora.

Ambulatorio Glomerulonefriti
Le glomerulonefriti necessitano di sorveglianza che spesso richiede la programmazione di un esame, la biopsia renale, che è in grado di distinguere tra le patologie diverse che stanno alla base di sintomi simili: proteinuria, microeritrocituria, edemi e ipertensione arteriosa secondaria. Tra questi pazienti si ritrovano anche quelli con patologia autoimmune (LES, vasculiti, ecc.)

Ambulatorio della patologia renale progressiva (PIRP)
La presenza di insufficienza renale cronica viene accompagnata da un progressivo deterioramento funzionale. La riduzione della velocità del peggioramento della funzione renale e il contrasto delle patologie associate a tale caratteristica sono l' obiettivo di questo tipo di attività.

Ambulatorio Insufficienza renale cronica avanzata (Pre-uremici)
Quando la capacità del rene di assolvere ai suoi complessi compiti si riduce a valori molto bassi (circa al 25%), si rende necessario un periodismo di controllo più ravvicinato. Le patologie associate diventano più importanti (cardiovasculopatie, patologie ossee, alterzioni degli equilibri idro-elettrolitici, ecc.) e i pazienti necessitano di esami più complessi.

Ambulatorio Educazionale al trattamento sostitutivo renale
Quando viene proposto l' inizio del trattamento sostitutivo della funzione renale, si prepara il paziente a gestire una condizione che permetta l' avvio della terapia dialitica in tempi tali che evitino di esporlo ai rischi delle complicanze della mancanza della funzione renale. Viene operata la scelta della metodica dialitica (extracorporea o peritoneale) e la construzione dell' accesso vascolare o la programmazione dell'impianto del catetere peritoneale.

Ambulatorio trapianto renale
Per chi ha ricevuto un trapianto renale, eseguito nei vari centri nazionali e internazionali, è necessario il controllo periodico del buon funzionamento dell' organo trapiantato. Questo avviene con il monitoraggio dei parametri che indicano, nel tempo, le variazioni delle terapie anti-rigetto e la ricerca di patologie associate. Vengono mantenuti i contatti con i centri di trapianto e concertati i vari interventi.

creato da Franco MALACARNE pubblicato il 20/10/2011 11:00, ultima modifica 08/02/2021 12:32

Azioni sul documento

Strumenti personali