Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara

Tu sei qui: Portale Reparti e Servizi Reparti dalla A alla M Clinica Neurologica clinica-neurologica-1-attivita Laboratorio di Neurochimica

Clinica Neurologica

Laboratorio di Neurochimica

Nel Laboratorio di Neurochimica si analizza il liquido cerebrospinale, detto anche liquor, le cui caratteristiche chimico-fisiche possono risultare alterate in presenza di patologie del sistema nervoso centrale e periferico. Il liquor viene generalmente prelevato mediante puntura lombare (rachicentesi). L’analisi del liquor conserva la sua importanza in neurologia in numerose situazioni diagnostiche: emorragie subaracnoidee, meningiti e meningoencefaliti, patologie neurodegenative, poliradicolonevrite, sclerosi multipla.

In particolare le analisi effettuate presso questo Laboratorio consentono di valutare la permeabilità della barriera emato-encefalica, la struttura preposta alla produzione del liquor stesso, e di cercare indicatori di infiammazione cronica a carico del sistema centrale, in particolare bande oligoclonali IgG. Questi esami vengono eseguiti per i pazienti ricoverati in regime ordinario o di DH presso le UU.OO. di Neurologia e Clinica Neurologica e in altre UU.OO. dell'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara.

Presso il Laboratorio di Neurochimica è stata istituita la "Banca dati biologica per lo studio di biomarcatori nelle patologie neurologiche" (BiBiNeuro), progetto approvato dal Comitato Etico Unico della Provincia di Ferrara (21.01.2016), e autorizzato dalla Direzione Sanitaria di questa Azienda (21.03.16). BiBineuro consiste in una "collezione di materiale biologico" che residua al termine di un processo diagnostico.

 

Donare un campione
Le analisi effettuate presso il Laboratorio di Neurochimica si svolgono su campioni biologici (liquor e siero). Il residuo del prelievo viene solitamente eliminato dopo l’effettuazione dell’analisi specifica per la diagnostica. Tuttavia, nel caso in cui residui un piccolo volume di prelievo, e al fine di aiutare la ricerca, il Neurologo di riferimento potrebbe chiedere al paziente di donare tale residuo di prelievo alla BiBiNeuro (vedi sopra).

Donare o meno il campione residuo non comporta assolutamente alcuna differenza nel livello di assistenza sanitaria offerta.

BiBiNeuro è finalizzata al disegno e allo svolgimento di studi clinici per la ricerca di specifici marcatori molecolari di potenziale utilizzo diagnostico, prognostico o di monitoraggio dell'efficacia terapeutica in pazienti affetti da sclerosi multipla, o malattie neurologiche immuno-mediate.

creato da Eugenio Bizzarri pubblicato il 25/01/2017 10:15, ultima modifica 04/06/2019 09:34

Azioni sul documento

Strumenti personali