Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara

S.I.F.A. Servizio Interaziendale Formazione e Aggiornamento

SEDE: Corso Giovecca, 203 
44121 Ferrara 

Responsabile: 
Dott.ssa Marilena Bacilieri
Tel. 0532 236151.2.3
Fax. 0532 236158
e-mail: 

Gli uffici amministrativi seguono il seguente orario: dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 14.30

Biblioteca Interaziendale di Scienze della Salute

 Entra in Biblioteca...

ENTRA IN BIBLIOTECA.jpg 

SEDE: via Aldo Moro, 8 
44124 Cona, Ferrara

Tel. 0532 236257 
Fax. 0532 236392 
e-mail: 

 
Tu sei qui: Portale Per la formazione Edicola formazione novembre 2020 FAD - La Scheda di Dimissione Ospedaliera

loghi interaziendale

FAD - La Scheda di Dimissione Ospedaliera

archiviato sotto:

FAD – la Scheda di Dimissione Ospedaliera - ID 4397

Provider unico che accredita: Azienda Osp-Univ. di Ferrara e AUSL Ferrara

ecm 18 | dal 23 novembre al 31 dicembre 2020

Prenotazione da portale del dipendente | Piattaforma erogativa self-pa

 

Direttore scientifico:

dott. Daniele Moretto - AUSL Bologna

Comitato scientifico:

dott. Andrea Biscardi - AUSL Bologna

dott. Franco Guerzoni - AOU Ferrara

dott. Daniele Moretto - AUSL Bologna

 

Destinatari: personale medico dei presidi ospedalieri, in particolare neo assunto, responsabile della compilazione della scheda di dimissione ospedaliera. Personale infermieristico, ostetrico e fisioterapisti, che collaborano alla raccolta dei dati anagrafici ed amministrativi, delle Aziende Ospedaliera-Universitaria e USL di Ferrara e Azienda USL di Bologna.

 

Obiettivo generale del corso/percorso: Fornire una basa minima comune di conoscenze in merito alla scheda di dimissione ospedaliera, al sistema di codifica ICD9CM ed al sistema di classificazione DRG. Tali conoscenze sono ritenute indispensabile per l'operare quotidiano di chi è chiamato a registrare informazioni che compariranno sulla SDO o all'interno del flusso informatico da essa generato, in particolare il medico "nuovo assunto", responsabile della compilazione di tale documento, ed il personale infermieristico/ostetrico che collabora nella raccolta dei dati anagrafici ed amministrativi. Il corso rappresenta, inoltre, un'occasione per uniformare le conoscenze del personale sanitario già in servizio.

 

Articolazione del corso: ll corso si articola in 10 moduli. A conclusione di ciascun modulo è previsto un quiz di autovalutazione e il materiale di approfondimento necessario per sostenerlo. Al termine dei moduli, al fine del superamento del corso e della relativa attribuzione ecm, è previsto un quiz di apprendimento e il questionario di gradimento del corso. A completamento di entrambe le attività sarà inoltre possibile scaricare un attestato di partecipazione. L’attestato con attribuzione ecm sarà invece disponibile entro il 31.01.2021, sul portale del dipendente.

1. Prenotazione

Tramite PORTALE DEL DIPENDENTE; ID 4397

2. Fruizione 

Il corso sarà fruibile su piattaforma regionale Self-pa (area Sanità), a cui periodicamente, fino al 16-12-2020, sarà inviato elenco dei professionisti autorizzati, da iscrivere al corso su ambiente self-pa.

Il supporto tecnico della piattaforma invierà per e-mail, tramite l'indirizzo helpdesk@self-pa.net  le credenziali personali e le istruzioni necessarie per potervi accedere.

Per tutti gli iscritti, il corso rimarrà fruibile su SELF-pa fino al 31/12/2020. L’attestato con attribuzione ecm sarà presente su portale del dipendente dal 31 gennaio 2021.

Contenuti


MODULO 1: la scheda di dimissione ospedaliera (SDO)

  • Obiettivi della sessione: fornire le indicazioni generali in merito alla normativa che regolamenta la SDO ed ai caratteri generali dello strumento
  • Contenuti fondamentali: chi fa che cosa, quali responsabilità gravano su chi compila la SDO, quali informazioni sono richieste
  • Focus: parte delle informazioni di tipo amministrativo ed anagrafico sono a carico del personale infermieristico / ostetrico / tecnico della riabilitazione incaricato della registrazione dei movimenti ADT sugli appositi applicativi utilizzati in azienda: è necessario fornire la massima attenzione alle informazioni registrate, condizione essenziale per la corretta lettura dei fenomeni che si intende descrivere con la SDO.


MODULO 2: la cartella clinica, strumento essenziale per il processo di codifica

  • Obiettivi della sessione: focalizzare l’attenzione dei partecipanti sui requisiti della cartella clinica, in particolare completezza e veridicità, elementi indispensabili anche per la corretta compilazione della SDO e la successiva verifica di congruenza informativa tra SDO e cartella clinica
  • Contenuti fondamentali: chi fa che cosa, quali responsabilità gravano su chi compila la SDO, quali informazioni sono richieste


MODULO 3: l’assegnazione dei codici dal Manuale ICD9CM

  • Obiettivi della sessione: acquisire dimestichezza con il manuale dei codici ICD9CM ed imparare la corretta modalità di consultazione e ricerca dei codici
  • Contenuti fondamentali: identificazione del termine principale dal quale avviare la ricerca, utilizzo combinato dell’indice alfabetico e del manuale sistemico, corretta interpretazione della simbologia (parentesi quadra, due punti, …) e della terminologia (NOS, SAI) utilizzata dal manuale.


MODULO 4: le Linee Guida Regionali

  • Obiettivi della sessione: acquisire dimestichezza con le linee guida di codifica ministeriali e regionali
  • Contenuti fondamentali: la valenza, il significato delle Linee Guida ed il loro contenuto; la validità delle indicazioni contenute nelle Linee Guida; il processo di definizione delle Linee Guida


MODULO 5: la diagnosi principale (PDx)

  • Obiettivi della sessione: presentare le regole generali che orientano all’identificazione della PDx e discutere i criteri sottesi a tali regole
  • Contenuti fondamentali: significato di diagnosi principale e sua valenza (condizione che determina l’attribuzione alla MDC); responsabilità del medico nella selezione della PDx; le indicazioni specifiche contenute nelle Linee Guida ministeriali e regionali


MODULO 6: le diagnosi secondarie (SDx)

  • Obiettivi della sessione: chiarire il significato di diagnosi secondaria; specificare il concetto di complicanza e comorbilità dando evidenza delle condizioni che giustificano la scelta di registrare i relativi codici all’interno della SDO; le codifiche combinate (codifica anche, codifica prima)
  • Contenuti fondamentali: il carattere “Presente all’ingresso”; la differenza tra complicanza e e comorbilità; gli effetti economici della codifica.


MODULO 7: gli interventi o le procedure

  • Obiettivi della sessione: criteri di selezione dei codici intervento / procedura da registrare in SDO; definizione di MPR (procedura maggiormente significativa); la correlazione intervento principale-diagnosi principale; i codici non chirurgici significativi per la SDO (coronarografia diagnostica, tracheotomia percutanea, ventilazione meccanica, trombectomia farmacologica, ecografia …)
  • Contenuti fondamentali: il carattere “lateralità” vs la possibilità di ripetere più volte il codice all’interno di una SDO; la classificazione AHRQ dei codici procedura ed il nuovo debito informativo correlato ai codici AHRQ 3 e 4; distinzione tra interventi e procedure; gerarchia e ordinamento dei codici.


MODULO 8: il sistema di classificazione DRG (Diagnosis related groups)

  • Obiettivi della sessione: descrivere gli aspetti generali del sistema di classificazione DRG, le diverse tipologia di DRG (neonatali, pediatrici vs DRG per adulti o non vincolati in relazione all’età, i DRG omologhi, i DRG maldefiniti; i DRG 469 e 470); definire il concetto di MDC (categoria diagnostica maggiore) e PRE-MDC; descrivere gli elementi che hanno rilevanza per il calcolo del DRG (attraverso la descrizione dell’algoritmo utilizzato dal Grouper per l’attribuzione dei singoli casi al DRG finale).
  • Contenuti fondamentali: il concetto di case-mix nell’ottica del medico e nell’ottica dell’amministratore; il significato di sistema di classificazione iso-risorse vs iso-severità; il concetto di peso relativo; chiarire che il medico, attraverso la scelta della PDx, definisce la MDC di riferimento ma non può decidere il DRG finale. 


MODULO 9: il sistema tariffario (Regione Emilia Romagna)

  • Obiettivi della sessione: focalizzare l’attenzione sui caratteri principali della delibera tariffaria vigente e sulla capacità del sistema di utilizzare la leva economica per influenzare le scelte organizzative (selezione del setting di ricovero, programmazione delle attività in relazione alla durata della degenza, …).
  • Contenuti fondamentali: il concetto di tariffa (diverso da rimborso); struttura della delibera tariffaria e variabili che influenzano la tariffa (classificazione delle strutture di ricovero, regime di ricovero, durata della degenza, tipo di dimissione); il valore soglia.


MODULO 10: il controllo sanitario

  • Obiettivi della sessione: richiamare l’attenzione dei partecipanti sugli aspetti (anche penali) correlati ad una codifica capziosa e/o opportunistica, sulla necessità del controllo e sulle fattispecie di ricoveri da sottoporre a verifica sanitaria ai sensi del Piano Annuale dei controlli
  • Contenuti fondamentali: la normativa che regolamenta l’attività di controllo, le responsabilità che gravano su chi compila la SDO, le fattispecie di controlli sanitari, i possibili esiti delle attività di verifica

Dettagli dell'evento

Quando

dal 23/11/2020 alle 09:00
al 31/12/2020 alle 23:55

Persona di riferimento

Aggiungi l'evento al calendario

creato da Benini Alice pubblicato il 19/11/2020 10:20, ultima modifica 19/11/2020 10:56

Azioni sul documento

Strumenti personali