Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara

Tu sei qui: Portale L'informazione News TRASFERIMENTO DAL S. ANNA IN CORSO GIOVECCA AL S. ANNA A CONA

Ferrara, 1 giugno 2012

TRASFERIMENTO DAL S. ANNA IN CORSO GIOVECCA AL S. ANNA A CONA

archiviato sotto:
25° GIORNO - OGGI CONFERENZA STAMPA PER ILLUSTRARE I PROSSIMI TRASFERIMENTI - MERCOLEDI’ 13 GIUGNO APERTURA DEL PRONTO SOCCORSO AL S. ANNA DI CONA

Oggi il Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara, dott. Gabriele Rinaldi, nell’ambito della Conferenza Stampa di chiusura della settimana di trasferimento dei pazienti dei Dipartimenti Chirurgico e Chirurgico Specialistico, ha dichiarato alla stampa locale il giorno di apertura del Pronto Soccorso all’ospedale S. Anna a Cona. Mercoledì 13 giugno, fino alle ore 8.00, i cittadini verranno accolti al Pronto Soccorso di corso Giovecca; dallo stesso orario il Ps cesserà la sua attività a Ferrara (curando gli ultimi pazienti) per iniziarla, alla stessa ora, nei locali di Cona.

Ma il Pronto Soccorso non sarà l’unica Unità Operativa a trasferirsi nei prossimi giorni. “Mercoledì scorso – ha dichiarato Rinaldi - avevano 191 degenti a Cona e 161 in corso Giovecca. Questo dato offre lo spunto per evidenziare che la struttura di Cona continua a crescere e a svilupparsi. La nostra idea è di arrivare a fine mese con tutte le degenze trasferite a Cona e con il S. Anna in Giovecca che manterrà aperte parte delle attività ambulatoriali”.

Dal 7 giugno sarà la volta del trasferimento dei pazienti dell’Unità Operativa di Fisiopatologia Respiratoria, l’11 giugno toccherà all’Ortopedia e alla Neurologia, il 12 giugno alla Medicina d’Urgenza e alla Pediatria, il 13 al Pronto Soccorso con Cardiologia, Utic, Ostetricia-Ginecologia,Terapia Intensiva Neonatale e il 14 giugno la Neurochirurgia e la Rianimazione Ospedaliera. Inoltre dalla prossima settimana arriveranno a Cona i primi uffici amministrativi.

“Ovviamente – ha ribadito con forza il Direttore Generale - questo programma potrebbe subire variazioni, soprattutto in previsione di questo momento particolare legato alle scosse sismiche”.

Il S. Anna in Giovecca

“La parte più debole fra le due strutture – ha evidenziato Rinaldi – è l’ospedale di corso Giovecca. Se è vero che non ci sono stati problemi tra ieri e oggi, i nostri tecnici stanno continuando a monitorare gli ambienti del vecchio nosocomio. Oggi abbiamo avuto la necessità di transennare la ciminiera dell’ex lavanderia, che nei prossimi giorni verrà visitata da una squadra dei vigili del fuoco. Per quanto riguarda “Diagnosi e Cura”, la responsabilità diretta è dell’Azienda Usl, che ha provveduto ad effettuare il trasferimento dei pazienti in altre strutture”.

creato da DallacquaL — pubblicato il 02/06/2012 08:12, ultima modifica 04/06/2012 08:16

Azioni sul documento

Strumenti personali