Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara

Tu sei qui: Portale L'informazione News PROROGA DELL’ATTIVITA’ DI PRONTO INTERVENTO SOCIALE (PrIS) nel Distretto Centro Nord (ASP Comuni di Ferrara, Voghiera e Masi Torello, ASSP Comuni di Copparo, Riva del Po e Tresignana e Comune di Jolanda di Savoia)

Ferrara, 7 agosto 2020

PROROGA DELL’ATTIVITA’ DI PRONTO INTERVENTO SOCIALE (PrIS) nel Distretto Centro Nord (ASP Comuni di Ferrara, Voghiera e Masi Torello, ASSP Comuni di Copparo, Riva del Po e Tresignana e Comune di Jolanda di Savoia)

Il contratto di servizio inerente l'attività di Pronto Intervento Sociale, attivo dal 1 luglio 2019 al 30 giugno 2020 è stato prorogato fino al 31 dicembre 2020.

Il PrIS (Pronto Intervento Sociale) costituisce la risposta all’esigenza di razionalizzare e velocizzare gli interventi legati a situazioni di particolare gravità e urgenza concernenti problematiche minorili, o che comunque si presentino al di fuori degli orari di apertura dei servizi sociali territoriali e che abbiano le caratteristiche dell’emergenza.

Per emergenza sociale si intende una condizione di abbandono e di disagio estremo riguardante prioritariamente i minori che versino in condizione di rischio o abbandono, ma esteso a tutta la popolazione presente sul Territorio del Distretto Centro-Nord adulta o anziana fragile, autosufficiente in situazione sociale indifferibile.

Si intende per situazione sociale indifferibile una situazione di reale pericolo per integrità fisica e/o psichica o una condizione di grave disagio, tale da richiedere l’urgenza e la necessità di un intervento operativo di protezione, non rinviabile ai servizi sociali territoriali nell’ordinario orario di apertura.

Non sono di emergenza sociale le attività svolte durante le catastrofi, in quanto in tal caso i servizi sociali sono inquadrati nell’attività del Centro Operativo Comunale e rispondono a disposizioni dell’Autorità preposta.


DESTINATARI DEL PrIS 

  • Minori di età inferiore a 18 anni in stato di temporaneo abbandono, ovvero senza la presenza di una figura adulta che può prendersene cura e/o in condizione di grave rischio per la propria incolumità. 
  • Minori di età inferiore a 18 anni in situazioni di pregiudizio (fuga da comunità, disagio familiare, vittime di tratta, vittime di violenza, etc.) Neonati o bambini 0 – 6 anni, maschi e femmine, soli o in situazione di pregiudizio. 
  • Minori di età inferiore a 18 anni non accompagnati o accompagnati da genitori soli, vittime di sfruttamento o maltrattamenti. 
  • Adulti o anziani fragili autosufficienti in situazione di emergenza sociale indifferibile.

 

SOGGETTI ISTITUZIONALI IN GRADO DI ATTIVARE IL PrIS

  • Pronto Soccorso anche Pediatrico.
  • 112: Numero Unico di Emergenza.
  • 117: Guardia di Finanza.
  • Polizia Locale
  • Servizio Sociale Territoriale

 

Non sono di competenza del servizio PrIS tutte quelle situazioni di emergenza di evidente natura strettamente sanitaria, per le quali esistono i servizi del 118 (persone non autosufficienti, disabili, utenza psichiatrica, utenza tossicodipendente e alcolisti in grave stato di alterazione psicofisico).


L’intervento di risposta all’emergenza da parte del PrIS è attuato nel caso in cui il bisogno si manifesti nell’ambito territoriale del Distretto Centro – Nord provincia di Ferrara.


La gestione dell’emergenza sociale prevede che Pubblico Ministero o Forze dell’Ordine siano presenti in quanto soggetti garanti della sicurezza dei minori coinvolti e deputati all’identificazione degli utenti e degli eventuali parenti entro il 4° ai quali possano essere affidati o riaffidati i minori da parte del servizio sociale territoriale. In tal senso infatti è necessario l’accertamento, da parte di PM e FFOO, della veridicità dei documenti di riconoscimento delle persone oggetto dell’intervento PrIS.

creato da Valentina Tomasi pubblicato il 07/08/2020 13:19, ultima modifica 07/08/2020 13:19

Azioni sul documento

Strumenti personali