Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara

Tu sei qui: Portale L'informazione News Ottobre Rosa Visione del film "Allacciate le cinture" con il dibattito condotto dall'equipe del prof. Grassi + Comunicato stampa post film

Visione del film "Allacciate le cinture" con il dibattito condotto dall'equipe del prof. Grassi + Comunicato stampa post film

Mercoledì 4 novembre alle ore 18, a Ferrara presso il Teatro Cinema Boldini in via Previati 18, verrà proiettato il film "Allacciate le cinture" di Ferzan Ozpetek

La visione del film sarà presentata dall'équipe del Servizio-Programma di Psiconcologia, Unità Operativa di Psichiatria a direzione Universitaria, AUSL e Università di Ferrara diretta dal Prof. Luigi Grassi.

Al termine seguirà una conversazione fra i professionisti e il pubblico presente in sala.

L'ingresso alla proiezione è GRATUITO.

 


GRANDE SUCCESSO PER IL FILM “ALLACCIATE LE CINTURE”

CHE CHIUDE IL CICLO DI EVENTI DELL’OTTOBRE ROSA

 

Con il film “Allacciate le cinture” di Ferzan Ozpetek si chiude il ciclo di incontri organizzati nell’ambito degli appuntamenti che hanno formato l’Ottobre Rosa, il mese dedicato alla prevenzione del tumore al seno.

La pellicola è stata proiettata al cinema Boldini ieri pomeriggio ed ha visto la partecipazione di un numeroso pubblico che, oltre al film, ha assistito anche al dibattito finale coordinato dall’equipe del Servizio-Programma di Psiconocologia (Unità Operativa di Psichiatria a direzione Universitaria, Ausl e Università di Ferrara) diretta dal prof. Luigi Grassi.

Il film racconta della vita di Elena che subisce un improvviso arresto quando, in seguito ad un controllo casuale, le viene diagnosticato un tumore al seno. Ed è proprio di questo che ha parlato il prof. Grassi nel suo intervento, mettendo in evidenza le difficoltà – ma anche e soprattutto il coraggio – delle donne che si trovano ad affrontare questo difficile percorso di vita. Che rappresenta una sfida resa più “facile” dalle persone care che ti circondano e dai compagni che incontri nel corso del “viaggio nella malattia”.Sara Castellari(responsabile Urp dell’Usl di Ferrara) ha successivamente spiegato le motivazioni che hanno portato a scegliere proprio questo film: “molte volte – ha detto il dirigente Usl – la malattia si presenta all’improvviso, come accade alla protagonista del film. E questo cambia tutto. Il problema di salute diventa un vero e proprio percorso di vita e, in quest’ottica, il PDTA (Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale) si propone di seguire e di accompagnare le pazienti passo a passo”. Molto belle, infine, anche le letture di lettere di ringraziamento scritte da ex paziente e recitate ad alta voce dalle psicologhe dei Gruppi di Terapia Supportivo/Espressiva.

 

 

creato da MalossiM — pubblicato il 30/10/2015 14:15, ultima modifica 09/11/2015 09:08

Azioni sul documento

Strumenti personali