Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara

Tu sei qui: Portale L'informazione News GIORNATA CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE, LE INIZIATIVE DEL S. ANNA GIORNATA CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE, LE INIZIATIVE DEL S. ANNA

Ferrara, 24 novembre 2021

GIORNATA CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE, LE INIZIATIVE DEL S. ANNA

archiviato sotto:
L’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Ferrara è impegnata tutta la settimana dal 22 al 26 novembre, con diverse iniziative, per celebrare la Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne prevista per domani, giovedì 25 novembre.
GIORNATA CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE, LE INIZIATIVE DEL S. ANNA

da sinistra: Elda Longhitano (Sub Commissario Sanitario Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara), Chiara Arrna Chartroux, Mengi Cavallari, Rosa Maria Gaudio

Iniziative fortemente volute dalla Direzione Aziendale che ha visto impegnate nell’organizzazione e realizzazione degli eventi la dott.ssa Teresa Matarazzo e la Risk Manager Aziendale prof.ssa Rosa Maria Gaudio. Le iniziative proseguiranno fino a venerdì e vedranno coinvolte anche le volontarie del “Centro Donne e Giustizia”, Mengi Cavallari e Chiara Arrna Chartroux.

 

Il punto informativo del Centro sarà presente in ospedale fino al 26 novembre, presso l’Ingresso 1 (dalle ore 9.00 alle 17.00). Si potranno ricevere informazioni sui diritti e sui percorsi di assistenza e presa in carico delle donne vittime di violenza e si potranno inoltre acquistare le felpe e le t-shirt “Non restare zitta”, che veicolano un messaggio di straordinaria importanza a tutela delle donne, tantissime, troppe, che subiscono violenze fisiche, mentali, psicologiche, emotive, fino all’estrema conseguenza del femminicidio, i cui numeri sono recentemente esplosi. Tutto il ricavato sarà devoluto al Centro in favore delle donne vittime di violenza.

 

E’ stata realizzata inoltre una campagna comunicativa “Non sei la sola e non sei da sola” e creata una brochure informativa #stop365 per informare le donne sugli strumenti disponibili nei confronti della donna vittima di violenza e i numeri utili da chiamare in caso di bisogno, realizzata con la collaborazione dei professionisti coinvolti. La brochure sarà tradotta in diverse lingue per arrivare anche a tutte le donne straniere.

Per la foto di copertina della brochure è stata utilizzata un’immagine realizzata dall’artista Michele Barbieri, dipendente del S. Anna, che ha desiderato donare la sua opera che farà da sfondo a questa ricorrenza. "Tanguera" (questo il titolo dell'opera) appartiene alla collezione privata di Barbieri.

La brochure sarà distribuita a partire da questa settimana presso il Pronto Soccorso Generale, presso i punti informativi dell’Azienda e presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico.

 

Si evidenzia inoltre che l’ospedale S. Anna - che ha ricevuto il riconoscimento dei 3 Bollini Rosa da parte di Fondazione Onda - in occasione di questa ricorrenza ha aderito alle iniziative di (H)-Open Week, settimana dedicata alla tematica che si terrà fino al 28 novembre, con l’obiettivo di supportare coloro che sono vittime di violenza e incoraggiarle a rompere il silenzio, fornendo strumenti concreti e indirizzi a cui rivolgersi per chiedere aiuto. Domenica 28 novembre l’Azienda offrirà colloqui telefonici individuali con la Psicologa. Il colloquio si può prenotare chiamando il numero 346.6144455 giovedì 25 novembre, dalle ore 17.00 alle 19.00, specificando l’adesione all’iniziativa.

 

ALCUNI DATI. Secondo i dati dell’indagine ISTAT, le richieste di aiuto durante la pandemia sono molto aumentate: nel periodo di lockdown forzato si è verificato un notevole aumento di violenza domestica, le chiamate effettuate verso il numero di pubblica utilità contro la violenza e lo stalking hanno avuto un andamento crescente a partire da marzo 2020, arrivando a più di 15 mila a fine anno, con un aumento del 79,5 per cento rispetto al 2019. Sono stati registrati picchi di richieste di aiuto ad aprile 2020 con +176,9 per cento rispetto allo stesso mese del 2019, e a maggio, +182,2 rispetto al 2019.

La ricorrenza del 25 novembre, giornata mondiale contro la violenza sulle donne, rappresenta una data significativa poiché agisce sulle vittime come effetto motivazionale nella ricerca di un supporto esterno: nel 2020 le chiamate sono più che raddoppiate in quella singola data rispetto all’anno precedente arrivando a 147 contatti in un giorno, cioè +114,1 per cento rispetto al 2019.

 

 

24-11-2021 CONTRO VIOLENZA SULLE DONNE (1).JPG      24-11-2021 CONTRO VIOLENZA SULLE DONNE (2).JPG  

 

24-11-2021 CONTRO VIOLENZA SULLE DONNE (3).JPG

creato da Valentina Tomasi pubblicato il 24/11/2021 16:35, ultima modifica 25/11/2021 09:56

Azioni sul documento

Strumenti personali