Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara

Tu sei qui: Portale L'informazione News 21 novembre 2019 - DONATE ALLA GASTROENTEROLOGIA DI CONA DUE STAMPE IN MEMORIA DI ARIANNA ZAMAGNI

Ferrara, 21 novembre 2019

21 novembre 2019 - DONATE ALLA GASTROENTEROLOGIA DI CONA DUE STAMPE IN MEMORIA DI ARIANNA ZAMAGNI

archiviato sotto:
Questa mattina, giovedì 21 novembre 2019, sono state consegnate ufficialmente all’Unità Operativa di Gastroenterologia le stampe donate in memoria di Arianna Zamagni, giovane fotografa scomparsa il 27 dicembre del 2018.

Le opere provengono dalla selezioni degli scatti fotografici messi in mostra al “Memorial Yume” (una mostra-progetto organizzata presso la Galleria Cloister di Ferrara) svoltosi il 30 aprile di quest’anno, proprio in ricordo di Arianna.

Una stampa è stata donata dalla famiglia (la mamma Cecilia Frida Zanella e il papà Franco Zamagni), mentre l’altra è stata acquistata dal personale del Reparto stesso per ricordare la persona meravigliosa e splendente che era Arianna (anche nei momenti più difficili della terribile malattia) contribuendo con il ricavato al Progetto Scientifico del “Consorzio futuro in ricerca” dell’Università di Ferrara sulla “Biopsia liquida”, un metodo di diagnosi precoce del cancro attraverso un particolare e minuzioso esame del sangue. Ad occuparsi della collocazione delle stampe in reparto è stato il Servizio Tecnico del S. Anna (geom. Katia D’Andrea).

La famiglia si sta attivando per costituire un’Associazione Culturale per continuare a devolvere fondi per la ricerca scientifica medica attraverso l’organizzazione di eventi, quali concerti, mostre e bandi di concorsi artistici rivolti ai giovani.

Arianna Zamagni, fotografa per passione, ha frequentato il Liceo Ariosto di Ferrara e conseguito la Laurea breve in Ortottica presso l’Università di Ferrara e da 13 anni svolgeva la professione di ortottista. Ha coltivato numerose passioni, come lo studio delle lingue inglese e spagnolo, la meditazione, lo yoga, la chitarra, il ballo, ed infine i viaggi e la fotografia. Ha seguito per due anni la facoltà di giurisprudenza, e svolto diversi lavori.

creato da ufficiostampa pubblicato il 21/11/2019 13:30, ultima modifica 29/01/2020 09:56

Azioni sul documento

Strumenti personali