Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara

Tu sei qui: Portale L'informazione News DAL 22 AL 28 NOVEMBRE PORTE APERTE ALL’OSPEDALE DI CONA PER SENSIBILIZZARE SUL TEMA DELLA VIOLENZA SULLE DONNE

Ferrara, 15 novembre 2021

DAL 22 AL 28 NOVEMBRE PORTE APERTE ALL’OSPEDALE DI CONA PER SENSIBILIZZARE SUL TEMA DELLA VIOLENZA SULLE DONNE

archiviato sotto:
Fondazione Onda, in occasione della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, lancia l’(H)-Open Week che si terrà dal 22 al 28 novembre con l’obiettivo di supportare coloro che sono vittime di violenza e incoraggiarle a rompere il silenzio, fornendo strumenti concreti e indirizzi a cui rivolgersi per chiedere aiuto. Gli ospedali Bollini Rosa (e dunque anche l’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Ferrara) e i centri antiviolenza offriranno gratuitamente alla popolazione femminile servizi clinici e informativi, in presenza e a distanza, consulenze e colloqui.

L’iniziativa fa parte del progetto di sensibilizzazione “La violenza ha molti volti: nessuna maschera per combatterla”, una campagna social promossa da Fondazione Onda che vede testimonial del mondo della cultura, dello spettacolo, della scienza, dell’innovazione e dello sport lanciare un messaggio chiaro e conciso contro la violenza sulle donne.

 

Anche l’Ospedale di Cona partecipa all’iniziativa, organizzando 4 eventi.

 

- Si inizia martedì 23 novembre con il colloquio individuale virtuale con la Psicologa. Sono previsti 5 colloqui che verranno effettuati on-line il pomeriggio, dalle ore 14:00 alle ore 19:00, prenotandosi al n. 346-6144455 nei giorni di martedì 16 e venerdì 19 novembre dalle ore 17:15 alle ore 18:15 e specificando l’adesione all’iniziativa.

- Mercoledì 24 novembre sono previste 5 visite ginecologiche, che verranno effettuate presso l’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Cona nell’Ambulatorio n.9 1D1 dalle ore 11:00 alle ore 13:30. Le prenotazioni si ricevono dal lunedì al venerdì dalle ore 12:00 alle ore 14:00 al n. telefonico 0532-237759 oppure 334-6262426, specificando l’adesione all’iniziativa.

- Domenica 28 novembre sarà la volta del colloquio telefonico individuale con la Psicologa. Sono previsti 3 colloqui, dalle ore 15:00 alle ore 18:00. Le prenotazioni si ricevono nei giorni di martedì 16 e venerdì 19 novembre dalle ore 17:15 alle ore 18:15 al numero 346-6144455 specificando l’adesione all’iniziativa.

- Inoltre è stata realizzata una brochure informativa che elenca i vari tipi di violenza e informa sul percorso aziendale e sugli strumenti disponibili nei confronti della donna vittima di violenza. Il documento verrà distribuito a tutte le donne in Pronto Soccorso e sarà disponibile on-line sul sito aziendale, nell’area dedicata alla Violenza contro la donna.

 

Per celebrare la giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne (giovedì 25 novembre 2021), l'artista Michele Barbieri, dipendente dell'Azienda Ospedaliero - Universitaria di Ferrara ha voluto donare una sua opera che farà da sfondo a questo Open Week. "Tanguera" (questo il titolo dell'opera) appartiene alla collezione privata di Barbieri. "Tanguera è il trionfo del colore. Quello che si respira è tutta la gamma cromatica che vive e vibra sulla superficie pittorica dal fondo meno mosso, più liscio; quasi una superficie serica che preannuncia nuovi orizzonti, nuovi cambiamenti che non tardano ad arrivare. E’ contro l’ingiustizia, e lo dice, anzi lo urla attraverso la potenza del segno, attraverso il colore denso sulla tela per comunicare agli altri il suo mondo interiore, la parte più nascosta di sé, le sue gioie, le sue angosce". Formatosi autodidatta, Michele Barbieri (classe 1968) letteralmente nasce disegnando; nel 1977 vince il suo primo concorso di disegno e cerca nella “strada” e soprattutto nell’esperienza diretta la sua formazione di artista. Forte osservatore è nei suoi innumerevoli viaggi che esso assimila e fa sue le più disparate tecniche, anche spesso non convenzionali. Nel suo bagaglio artistico troviamo la fotografia, il teatro e la scrittura.

 

Secondo i dati dell’indagine ISTAT, le richieste di aiuto durante la pandemia sono molto aumentate: nel periodo di lockdown forzato si è verificato un notevole aumento di violenza domestica, le chiamate effettuate verso il numero di pubblica utilità contro la violenza e lo stalking hanno avuto un andamento crescente a partire da marzo 2020, arrivando a più di 15 mila a fine anno, con un aumento del 79,5 per cento rispetto al 2019. Sono stati registrati picchi di richieste di aiuto ad aprile 2020 con +176,9 per cento rispetto allo stesso mese del 2019, e a maggio, +182,2 rispetto al 2019.

 

La ricorrenza del 25 novembre, giornata mondiale contro la violenza sulle donne, rappresenta una data significativa poiché agisce sulle vittime come effetto motivazionale nella ricerca di un supporto esterno: nel 2020 le chiamate sono più che raddoppiate in quella singola data rispetto all’anno precedente arrivando a 147 contatti in un giorno, cioè +114,1 per cento rispetto al 2019.

 

Sul sito www.bollinirosa.it è disponibile l’elenco dei servizi offerti dagli ospedali aderenti e le modalità di prenotazione.

creato da Valentina Tomasi pubblicato il 15/11/2021 13:55, ultima modifica 23/11/2021 09:57

Azioni sul documento

Strumenti personali