Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara

Tu sei qui: Portale L'informazione News BANDO DI RICERCA MINISTERIALE: ASSEGNATI 433 MILA EURO AD UN PROGETTO SUI PROCESSI INFIAMMATORI LEGATI ALL’EMICRANIA

Ferrara, 20 novembre 2020

BANDO DI RICERCA MINISTERIALE: ASSEGNATI 433 MILA EURO AD UN PROGETTO SUI PROCESSI INFIAMMATORI LEGATI ALL’EMICRANIA

archiviato sotto:
Anche un’importante ricerca sui processi infiammatori legati all’emicrania, svolta da ricercatori dell’Università di Ferrara in collaborazione con l’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Ferrara, tra i vincitori del Bando di Ricerca ministeriale nella categoria giovani ricercatori Under 40 (di cui la Regione ha dato notizia con un comunicato stampa uscito stamane). Questo riconoscimento segue a quello assegnato alla dott.ssa Bianca Vezzani (130mila euro) sui processi infiammatori legati all’obesità in relazione alla riduzione della progressione tumorale, presentato qualche settimana fa.
BANDO DI RICERCA MINISTERIALE: ASSEGNATI 433 MILA EURO AD UN PROGETTO SUI PROCESSI INFIAMMATORI LEGATI ALL’EMICRANIA

da sinistra: Ruzza, Bardasi, Missiroli, Pacifico

Con questo bando il Ministero della Salute mette a disposizione ogni anno risorse per i ricercatori che intendono condurre progetti di ricerca sanitaria per assicurare lo sviluppo e la qualità delle prestazioni del Servizio Sanitario ai cittadini. Per la categoria Giovani ricercatori Under 40 sono stati presentati, a livello nazionale 262 progetti, sottoposti a valutazione da parte di revisori internazionali. Di questi sono stati finanziati 52 progetti della durata di 3 anni.

 

Il progetto è stato finanziato per una somma pari a 433.000,00 euro ed è coordinato dalla dott.ssa Sonia Missiroli (ricercatrice presso il Dipartimento di Scienze Mediche dell’Università degli Studi di Ferrara) con la collaborazione di due giovani ricercatori under 40, la dott.ssa Chiara Ruzza, (in forze al Dipartimento di Neuroscienze e Riabilitazione di Unife) e il dott. Salvatore Pacifico (Dipartimento di Scienze Chimiche e Farmaceutiche Unife).

 

La ricerca presentata, dal titolo “NLRP3 inflammasoma: un nuovo potenziale bersaglio terapeutico per il trattamento dell’emicrania”, si propone l’obiettivo di individuare il ruolo dell’infiammazione, mediata da un complesso chiamato “NLRP3 inflammasoma”, nell’emicrania e si propone di identificare nuove molecole per il trattamento di questa patologia. Trattandosi di una patologia complessa e ancora poco caratterizzata, questo studio vuole approfondire il ruolo dell’infiammazione e si propone di identificare nuovi target farmaceutici che agiscano in maniera mirata e possano essere utilizzati per il trattamento dell’emicrania.

Nel laboratorio di ricerca “Signal Transduction Lab” del Dipartimento di Scienze Mediche - diretto dal prof. Paolo Pinton e dalla prof.ssa Carlotta Giorgi - da anni si studia il ruolo dell’infiammazione mediata dal complesso “NLRP3 inflammasoma” nella patologia dei tumori e nelle malattie neurodegenerative, anche grazie a collaborazioni già in essere con la prof.ssa Maura Pugliatti, Direttore dell’Unità Operativa di Clinica Neurologica dell’Azienda Ospedaliero - Universitaria di Ferrara.

 

“Ho la fortuna di lavorare in un prestigioso laboratorio a livello internazionale – commenta la dott.ssa Missiroli - che mi ha fatto crescere tanto. Senza l’aiuto e il supporto degli altri ricercatori non avrei mai raggiunto questo importante traguardo. Mi sento molto emozionata e non vedo l’ora di iniziare questa importante ricerca, con la speranza che possa portare ad identificare nuovi approcci terapeutici per la cura dell’emicrania”.

 

“E’ dimostrato ­- ha messo in evidenza il Commissario Straordinario del Sant'Anna, dott.ssa Paola Bardasi – che la ricerca migliora le opportunità di cura, oltre che essere una priorità assoluta per il nostro ospedale universitario. Coltivare nuovi talenti e "crescerli" all'interno della nostra realtà provinciale si dimostra essere, ancora una volta, un enorme valore aggiunto. Questo non solo per la preziosa collaborazione con l'Università di Ferrara ma anche e soprattutto per i cittadini, a cui si vogliono offrire servizi sempre più servizi ed opportunità di cura".

 

I Curriculum dei professionisti.

- MISSIROLI. La dott.ssa Sonia Missiroli è originaria di Ravenna e da oltre 10 anni lavora nel Laboratorio di Ricerca “Signal Transduction Lab” e ha maturato esperienze professionali anche negli Stati Uniti (NYU Cancer Institute, New York University School of Medicine and Howard Hughes Medical Insititute, New York, USA). Nel 2008 consegue la laurea specialistica in Scienze Biomolecolari e Cellulari presso l’Università di Ferrara e nel 2016 il dottorato in “Biochimica, Biologia Molecolare e Biotecnologie” sempre presso Unife.

- RUZZA. La dott.ssa Chiara Ruzza è originaria di Ariano Polesine (RO), è Ricercatrice presso il Dipartimento di Neuroscienze e riabilitazione dell’Università di Ferrara. Ha conseguito la Laurea in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche nel 2007 presso l’Università di Ferrara e nel 2011 il Dottorato in Farmacologia sempre presso Unife.

- PACIFICO. Il dott. Salvatore Pacifico è originario di Grottaglie (TA) e residente a Ferrara. E’ Ricercatore presso il Dipartimento di Scienze Chimiche e Farmaceutiche dell'Università di Ferrara. E’ laureato in Chimica e Tecnologia Famaceutiche con un dottorato in Scienze Chimiche (Chimica Organica) conseguiti presso Unife.     

creato da Valentina Tomasi pubblicato il 20/11/2020 14:26, ultima modifica 20/11/2020 14:26

Azioni sul documento

Strumenti personali