Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara

Tu sei qui: Portale Per l'Utente Tutela La tutela dei dati personali in sanità

La tutela dei dati personali in sanità

La tutela
Il Decreto Legislativo 196 del 30.6.2003 "Codice in materia di protezione dei dati personali (Codice Privacy)", garantisce che il trattamento dei dati personali si svolga nel rispetto dei diritti e delle libertà fondamentali, nonché della dignità dell'interessato, con particolare riferimento alla riservatezza, all'identità personale e al diritto alla protezione dei dati personali.
In particolare, prevede tutele specifiche per il trattamento dei dati personali e delle informazioni che possono rivelare lo stato di salute e la vita sessuale del cittadino.

I cittadini hanno i seguenti diritti verso l'organizzazione:
- devono essere preventivamente informati sul trattamento dei dati, anche mediante affissione dell'apposita informativa in luoghi accessibili al pubblico, ove la stessa possa essere facilmente
letta;
- devono poter ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano;
- devono conoscere le finalità e modalità del trattamento;
- devono aggiornare, rettificare ovvero, quando vi hanno interesse, integrare dei dati;
- devono potere ottenere, laddove possibile, la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge
- di opporsi, in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei dati personali che li riguardano;
- di ricorrere al Garante o all'Autorità Giudiziaria competente se chi gestisce i dati non si comporta secondo ciò che è prescritto.

Il Codice Privacy prevede, tra l'altro:
- che lo scambio di informazioni tra soggetti autorizzati al trattamento non costituisce né comunicazione né diffusione;
- l'adozione di idonee misure per garantire, nell'organizzazione delle prestazioni e dei servizi, il rispetto dei diritti, delle libertà fondamentali e della dignità degli interessati, nonché del
segreto professionale (es. distanze di cortesia);
- che i referti dei laboratori di analisi e degli ospedali e le cartelle cliniche possono essere ritirati da persone diverse dai diretti interessati purché delegati per iscritto e purché la documentazione venga consegnata con modalità idonee a garantire la riservatezza (es. busta chiusa);
- che vengano adottate idonee misure in modo da ridurre al minimo i rischi di accesso non autorizzato ai dati;
- che i dati sanitari siano resi noti all'interessato solo per il tramite di un medico designato dall'interessato o dal titolare.

 

creato da Webmaster pubblicato il 13/11/2003 13:53, ultima modifica 15/11/2010 23:46

Azioni sul documento

Strumenti personali