Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara

Tu sei qui: Portale L'Azienda Cenni storici

Cenni storici

"Felici noi, guidati da un Vescovo insigne per pietà, modestia, integrità e prudenza".
Con queste parole l'umanista Guarino Guarini definisce Beato Giovanni Tavelli da Tossignani, Vescovo di Ferrara dal 1431 al 1446, figura delle altissime doti morali ed intellettuali cui si deve la fondazione dell'Ospedale S.Anna.Ospedale
Nato nel 1386, Giovanni Tavelli, a soli 22 anni nonostante l'ostilità della famiglia che lo vuole avviare alla carriera notarile, entra nell'ordine minore dei Gesuiti, segnalandosi presto nell'ambiente ecclesiastico per la straordinaria tensione spirituale accompagnata da una profonda cultura umanistica. La più significativa opera della sua ricca produzione letteraria è il "Memoriale", testo apologetico sulla vita dei Gesuati, con cui difende la sua congregazione dall'accusa di eresia e che diviene immediatamente Regola della Confraternita. Dal 1426 il Tavelli è Priore a Ferrara dove erige la chiesa di S. Girolamo in cui tuttora sono conservate le Sue spoglie. Nominato Vescovo nell'ottobre del 1431, Giovanni Tavelli accetta la carica solo dopo molte esitazioni, ritenendosi indegno di diventare "guardiano degli altrui vigne, il quale non ha guardato la vigna mia". Nei 15 anni del suo episcopato si batte per una "chiesa vivi tra uomini vivi": a piedi o a cavallo di una mula, percorre l'intera diocesi attivando una vera e propria rivoluzione morale ed ecclesiale operando anche contro la concezione diffusa e radicata nelle masse, del sacerdote uomo di culto avulso dalla realtà e dalle preoccupazioni quotidiane. E' in questi anni che concepisce il sogno di un grande Ospedale in cui gli ammalati possono trovare conforto fisico e morale ed alla realizzazione di questa opera dedica le energie dei suoi ultimi anni di vita.
La costruzione ha inizio nel 1443 nella sede della chiesa di S. Anna e nel chiosco ad essa annesso. Il Vescovo Giovanni Tavelli da Tossignano la consegna alla città nel 1445 appena pochi mesi prima di spirare. Il suo nome sarà inserito nel Martirologio Romano nel 1615.

creato da Webmaster pubblicato il 06/09/2004 15:15, ultima modifica 14/06/2011 11:41

Azioni sul documento

Strumenti personali