Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara

Tu sei qui: Portale L'informazione News 3 ottobre 2019 - VALUTAZIONE E PROGRAMMAZIONE IN TERMINI DI EQUITÀ: LE AZIENDE SANITARIE FERRARESI LE PRIME A PARTIRE CON I CORSI DI FORMAZIONE PROMOSSI DALLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Ferrara, 3 ottobre 2019

3 ottobre 2019 - VALUTAZIONE E PROGRAMMAZIONE IN TERMINI DI EQUITÀ: LE AZIENDE SANITARIE FERRARESI LE PRIME A PARTIRE CON I CORSI DI FORMAZIONE PROMOSSI DALLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

archiviato sotto:
Il 26 settembre scorso si è tenuto a Ferrara il primo corso di formazione, rivolto ai professionisti delle Aziende Sanitarie regionali, incentrato sugli strumenti da adottare per la valutazione e la programmazione in termini di equità.

Il corso di Formazione, promosso dalla Regione Emilia Romagna, svolto nella sede del polo didattico dell'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara, ha come obiettivo la riduzione delle disuguaglianze e la promozione della salute previste dal Piano Sociale e sanitario della regione Emilia-Romagna e prevede orientamenti culturali e organizzativi indirizzati verso l'applicazione dei principi di Equità pratica, attenti alle differenze fra le persone e fra i gruppi e al potenziamento delle competenze sulla salute e qualità della vita.

Le due Aziende Sanitarie ferraresi in questi anni hanno costituito i "Board equità" di riferimento, uno per ogni Azienda, presieduti rispettivamente dalla dott.ssa Teresa Matarazzo per l'Azienda Ospedaliero- Universitaria e dalla dott.ssa Cristina Sorio per l'Azienda USL.

Hanno inoltre approvato i piani equità che prevedono orientamenti culturali ed organizzativi verso l'applicazione dei principi di equità pratica, attenti alle differenze fra le persone e fra i gruppi e al potenziamento delle competenze sulla salute e qualità della vita.

Proprio per attivare una riflessione sulla connessione tra i modi di "agire l'equità", la governance locale e il pensiero che la sorregge, si è realizzato un percorso formativo che ha visto la realizzazione di due giornate di laboratorio, svoltisi lo scorso 19 settembre e il 27 settembre, indirizzati ai soli professionisti ferraresi, per promuovere il lavoro sugli obiettivi comuni delle due aziende in termini di equità.

In questo contesto Azienda USL e Azienda Ospedaliero-Universitaria hanno condiviso con la Regione di lavorare secondo il modello dell'Health Equity Audit (HEA) nato in Inghilterra e già utilizzato e condiviso in diverse realtà del territorio regionale. Si tratta di un processo ciclico attraverso il quale tutti gli attori (politici, amministratori, professionisti, utenti e cittadini) valutano sistematicamente le iniquità nelle cause di malattia, nell'accesso ai servizi e nell'esito degli interventi per una determinata popolazione; garantiscono che l'azione di contrasto sia condivisa e incorporata nella programmazione locale, nei servizi e nella pratica e valutano l'impatto delle azioni intraprese nel ridurre le iniquità.

I Board Equità hanno deciso, in accordo con i professionisti coinvolti, di applicare, nei prossimi mesi, il processo a due percorsi diagnostico-terapeutici assistenziali (PDTA) interaziendali: il PDTA della mammella e quello per Infarto miocardico acuto. Partendo da analisi epidemiologiche dei due percorsi, si passerà poi alla revisione organizzativa dei punti critici dei percorsi stessi anche prevedendo la consultazione di cittadini o attori locali significativi.

creato da ufficiostampa pubblicato il 03/10/2019 15:29, ultima modifica 03/10/2019 15:29

Azioni sul documento

Strumenti personali